Utilizzo di sensori capacitivi e a ultrasuoni per rilevare etichette trasparenti

Caso di studio sul rilevamento di etichette chiare

I VANTAGGI

Icona Cancella rilevamento etichetta

L'utilizzo di sensori di etichette trasparenti elimina i costosi segni di occhio sulle etichette. I contrassegni a occhio sono necessari con i sensori di etichette tradizionali. Un cliente risparmia $ 15,000 all'anno sui costi delle etichette passando a etichette senza segni di occhio. I sensori di etichette capacitivi possono anche funzionare a velocità notevolmente più elevate senza errori di registrazione rispetto ai sensori di etichette ottici.

Download

Icona PDF

PDF del caso di studio

La soluzione

LRD2100
LRD2100 - Capacitivo
LRD8200
LRD8200 - Ultrasuoni
LRD6300
LRD6300 - Capacitivo
I sensori ottici utilizzano un raggio di luce, spesso a infrarossi, che può penetrare nel rivestimento ma è bloccato dal materiale dell'etichetta. Cancella il diagramma di rilevamento dell'etichetta
I sensori a ultrasuoni come LRD8200 utilizzano onde sonore ad alta frequenza per rilevare lo spessore del nastro. Cancella il diagramma di rilevamento dell'etichetta
I sensori capacitivi differenziali come l'LRD2100 utilizzano due elementi di rilevamento per rilevare le lacune. Il sensore si attiva solo quando c'è una differenza tra i due elementi di rilevamento. Cancella il diagramma di rilevamento dell'etichetta
Un sensore capacitivo single-ended (LRD6300) ha un singolo elemento di rilevamento che misura lo spessore del nastro. I sensori capacitivi sono così sensibili ai piccoli cambiamenti nel dielettrico (spessore) che anche le etichette molto sottili sono facilmente rilevabili. Cancella il diagramma di rilevamento dell'etichetta

 

ETICHETTE TRASPARENTI Non rilevabile dai tradizionali sensori ottici. I sensori ottici non "vedono" il bordo dell'etichetta poiché la luce attraversa l'etichetta senza ostacoli. A volte vengono aggiunti "segni dell'occhio" al rivestimento: barre nere tra le etichette. Il costo dei segni oculari è molto maggiore del costo di un sensore in grado di rilevare etichette chiare. Oltre alla loro incapacità di rilevare etichette chiare, i sensori ottici possono presentare errori di registrazione se utilizzati a velocità molto elevate.

INTRODOTTO LA PRECISIONE DEL LEONE il primo sensore di etichette trasparenti al mondo, l'LRD2100, nel 1995. LRD2100 è un sensore di etichette capacitivo differenziale, il che significa che funziona su etichette trasparenti e su etichette di carta. Tuttavia, l'LRD2100 ha problemi a rilevare le etichette con inchiostro nero ad alto tenore di carbonio. In queste situazioni, l'LRD6300 è una scelta migliore per il rilevamento capacitivo delle etichette, poiché utilizza la tecnologia di rilevamento capacitivo single-ended. LRD6300 è molto facile da usare. Dopo aver acceso il sensore, l'utente di solito preme un solo pulsante, quindi il sensore è pronto per l'uso. LRD6300 funziona con tutte le etichette eccetto quelle contenenti fogli di metallo solido. Per le etichette contenenti fogli solidi, l'LRD8200 è la scelta migliore. LRD8200 utilizza onde sonore ultrasoniche ad alta frequenza per rilevare le etichette. Funziona praticamente con tutti i tipi di etichette, ma a causa della natura della tecnologia, la sua precisione è direttamente correlata alla velocità del nastro e ne diminuisce alcuni a velocità molto elevate.